Centro di Formazione Professionale

A Firenze dal 1951 formiamo i ragazzi perché possano entrare nel mondo del lavoro.

Cos’è il C.F.P.?

Dall’intuizione di don Giulio Facibeni (fondatore dell’Opera della Divina Provvidenza Madonnina del Grappa) nasce l’esperienza, ormai quasi settantennale, del CFP don Facibeni. Alle centinaia di giovani che accoglieva, oltre che il vitto e l’alloggio, il Padre volle garantire la possibilità di studiare per costruire un futuro dignitoso e indipendente, e per chi non aveva voglia di impegnarsi nello studio creò, nei locali dell’Opera, dei laboratori nei quali potessero imparare un mestiere. Fino alla fine degli anni ’90 l’Opera ha gestito direttamente le attività formative.

Dal 1999 tali attività sono passate all’Associazione “Scuola e Formazione-Lavoro don Giulio Facibeni” prima e quindi al “CFP don Giulio Facibeni”, attenendosi sempre ai principi lasciatici in eredità da don Giulio.

Corsi Professionalizzanti

Il Centro di Formazione Professionale Don G. Facibeni organizza corsi per futuri

  • Elettricisti

  • Idraulici

  • Meccanici auto
  • Cuochi
  • Operatori meccanici

La didattica improntata al “Learning by doing” fa sì che all’interno dell’orario scolastico le attività in laboratori e officine abbiano un grande spazio anche per le materie cosiddette “teoriche”. Gli allievi imparano il lavoro al CFP prima di mettersi alla prova nel periodo di alternanza scuola/lavoro.

I nostri valori

Il nostro CFP opera per i giovani, in particolare per quei giovani il cui cammino di crescita è contrassegnato da difficoltà di diversa natura, proponendo un percorso che solo in parte si inquadra in una mera formazione per l’avviamento al lavoro.

Il nostro progetto educativo privilegia infatti la formazione umana, civile e sociale degli allievi, per licenziare al termine del percorso giovani che siano in grado, oltre che di trovare un lavoro specializzato, anche di vivere pienamente nella società come persone consapevoli dei loro diritti e doveri.

Il Tutor, all’interno del nostro Centro di Formazione Professionale, accompagna gli allievi iscritti monitorando il loro percorso scolastico in collaborazione con i docenti ed il personale scolastico. Compito specifico del Tutor è supportare gli studenti nella loro crescita sia dal punto di vista umano che professionale favorendo il dialogo ed il confronto fra loro stessi e gli altri.

Il lavoro educativo è un punto di forza del nostro Centro, così come la relazione che cerchiamo di instaurare con i ragazzi e le loro famiglie, in quanto crediamo che il dualismo positivo Scuola/Famiglia sia indispensabile per il raggiungimento del successo formativo dei giovani.

L’approccio didattico della scuola parla inglese: Learning by doing e Cooperative learning sono a tutt’oggi ritenute le migliori strategie per l’apprendimento, dall’età evolutiva all’età adulta, in particolar modo incarnate dalla scuola secondo la specificità di ciascuna disciplina che, facendo tesoro della bella esperienza dei suoi docenti, si traduce in capacità didattiche e operative di alto livello. 

Imparare facendo non si risolve in una mera acquisizione di automatismi perché in nessun lavoro le mani funzionano  da sole. È sempre necessaria la funzione metacognitiva che garantisca formazione e competenze. C’è poi la scommessa più motivante, la formazione umana, obiettivo che sta alla base di qualunque istituzione formativa ma che in questa scuola è l’anima che dal fondatore fino ad oggi si propaga e alimenta ogni attività e ogni singolo collaboratore.

L’Opera della Divina Provvidenza Madonnina del Grappa nasce dal coraggio e dalla passione di Don Giulio Facibeni, che, in modo pionieristico, ha posto le basi dell’agire basato sul concetto di Accoglienza, oggi aspetto imprescindibile della nostra società multietnica e con seri problemi e necessità di inclusione. Dal lontano 1924, quando per la prima volta don Giulio ha accolto 5 orfani, ad oggi, l’Opera è cresciuta in modo tale da diventare una complessa struttura di Accoglienza che continua a fondarsi sugli insegnamenti del Padre fondare, gli stessi che guidano oggi tutto il Terzo Settore.